Il massaggio Thai: origini e tecniche di manipolazione

Il massaggio Thai utilizza una serie di tecniche di manipolazione che devono le proprie origini alle forti contaminazioni delle scuole asiatiche, quella indiana in particolare. Il Thai è uno degli approcci più apprezzati in ogni corso di massaggio Lecce, Milano, ecc. e fa riferimento a un sapere antichissimo.

Le origini del massaggio Thai

Il massaggio Thai nacque in Thailandia circa 2600 anni fa; stando alle fonti, fu postulato dal medico indiano Shivago Kumar Baj, ritenuto anche il fondatore della scienza ayurvedica, la medicina ufficiale indiana (tutt’oggi).

Altra dimostrazione della forte correlazione tra il pensiero della scuola indiana e il Thai è la comunanza di concetti chiave di entrambe le filosofie, su tutti quello di prana: il prana, secondo una concezione condivisa (e in grossa parte comune anche alle scuole giapponese e cinese), è una delle tre forme di energia vitale che, insieme all’energia originaria ereditaria e all’energia intersessuale, compone la forza vitale, da cui dipende il benessere e l’equilibrio di corpo e mente umana.

Il prana, a differenza delle altre due forze, è assorbito dal corpo fisico ed è la forma di energia vitale più vicina alla materialità (e per tale ragione quella che può essere manipolata tramite le tecniche di massaggio), mentre le altre due sono assorbite dai vortici del chakra, gli elementi del corpo sottile in cui risiede l’energia divina.

Lungo il corpo di ogni essere umana scorrono oltre 70.000 canali di energia, o Sen. Esistono 10 Sen, o meridiani, principali, attraverso i quali il prana si diffonde anche nei meridiani secondari. Attraverso le tecniche di massaggio è possibile ripristinare l’equilibrio energetico, permettendo all’individuo ricevente di riacquistare il benessere fisico, emotivo e spirituale.

Le tecniche di massaggio Thai

Le tecniche di massaggio Thai sono molto energetiche e più elaborate rispetto ad altre tecniche manipolative. Il trattamento prevede l’utilizzo di polpastrelli e palmi ma anche di avambracci, ginocchia, piedi e talloni, che esercitano pressioni di varia natura e intensità su ogni parte del corpo; per tale ragione, il massaggio Thai è considerata una disciplina olistica.

Secondo il metodo thailandese, il massaggio viene eseguito su un materassino a terra (il contatto con il terreno è considerato indispensabile), il ricevente veste con abiti leggeri (non nudo) e non è previsto l’utilizzo di alcun olio.

Le tecniche manipolative sono diverse e si basano su sfioramenti, frizioni, percussioni, impastamenti e vibrazioni: il massaggio Thai è considerato uno dei più completi che esistano e tra i più complessi da applicare.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi