COMUNICATO STAMPA CONFERENZA APERTA SUL DESTINO DEL TEATRO (IL TEATRO DEL FUTURO?)

COMUNICATO STAMPA

Roma, mercoledì 8 giugno

CONFERENZA APERTA SUL DESTINO DEL TEATRO

(IL TEATRO DEL FUTURO?)

ANTONIO BILO CANELLA E HOSSEIN TAHERI ESPONGONO I RISULTATI DELLA LORO PROPOSTA RITUAL-TEATRALE: NESSUN COPIONE, NIENTE PIU REPLICHE, SOLO EVENTI UNICI ED IRRIPETIBILI.

CINETEATRO – VIA VALSOLDA 177 – ROMA

VENERDI 17 GIUGNO 2011 ORE 20.30

Hossein Taheri e Antonio Bilo Canella sono i protagonisti della Conferenza aperta sul destino del teatro (Il teatro del futuro?) che si terrà venerdì 17 giugno ad ingresso libero al CineTeatro di Roma (Via Valsolda, 177) dalle ore 20.30.

Uno spazio aperto di riflessione per musicisti, attori, registi e artisti in genere, o semplici appassionati di teatro, interessati al concetto di improvvisazione totale e collettiva. Antonio Bilo Canella e Hossein Taheri esporranno i risultati della loro proposta ritual-teatrale: niente più copione, niente più repliche, solo eventi reali e miracolosi. Regista, tecnico delle luci, musicisti e attori, non esistono più: ci sono solo artisti, esterni ed interni, che si fondono in un ascolto collettivo e creano estemporaneamente, nell’ambito di quella che gli artisti amano definire Performazione, ovvero l’Arte di lanciarsi nel vuoto. La Performazione permette all’individuo di fermarsi un attimo, riuscendo a condurlo verso una migliore integrazione tra mente e corpo attraverso una maggiore consapevolezza del sé.

A tutto ciò è premesso uno studio continuo e approfondito dei materiali scelti per l’evento, nonché un training apposito.

Durante la serata verrà offerto un aperitivo con dell’ottimo vino a cura della vineria Decanter di Roma (Via Val Trompia, 90), sponsor ufficiale della conferenza.

Alla conferenza farà seguito, sabato 18 e domenica 19, il Workshop sulla Performazione, condotto da  Hossein Taheri e Antonio Bilo Canella. Le iscrizioni, per un massimo di 15 partecipanti, sono aperte fino al 12 giugno. La quota di partecipazione è pari a € 100.

CONFERENZA APERTA SUL DESTINO DEL TEATRO

Interverranno Hossein Taheri e Antonio Bilo Canella

CineTeatro (Via Valsolda,  117 – Roma)

Venerdì 17 giugno ore 20.30

Ingresso libero

WORKSHOP PERFORMAZIONE

CineTeatro

Sabato 18 e Domenica 19 giugno ore 10 – 19

Quota di partecipazione: € 100

Numero max di partecipanti: 15

Iscrizioni aperte fino al 12 giugno

Per informazioni e prenotazioni (consigliate): Piera Matarazzo +39 339 1660524

Per maggiori informazioni su Performazione Performaction:

http://it-it.facebook.com/people/Performazione-Performaction/100001862752174

http://www.wix.com/performazione/italy

Ufficio Stampa a cura di Larosa Purpurea – Ufficio Stampa & Comunicazione

Federico Larosa – Mobile: +39 331 5848360 – [email protected]

BIOGRAFIE ARTISTI

ANTONIO BILO CANELLA

Attore, scrittore, regista. Diplomato Attore nel 1991 presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Nel 1996 e nel 1997 ha collaborato con Ms. Ellen Stewart (Cafe` La Mama of New York). Tra il 1988 e il 1991 lavora come attore in numerose produzioni di Teatro Italiano. Si forma come Operatore  di Arteterapia con D. Waller. Studia  “Playback Theatre”  con J. Fox  e  Counseling Rogersiano. Nel 1994 studia in Ladak presso i Monaci Tibetani con il Maestro Kon-Ciok Nian. Nel 1995 parte per il Messico, dove approfondisce la sua ricerca umana e artistica vivendo con gli Indios Tarahumara (Raramuri) e studiando con il Maestro Benito Casagrande Ichow. Nel 1996 conduce un Laboratorio sul suo approccio teatrale per incarico dell’UNESCO ( O.N.U.).

HOSSEIN TAHERI

Attore e regista, si forma presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 1985, avendo tra i suoi insegnanti registi di prestigio come L. Ronconi, A. Trionfo, M. Ferrero, G. Cobelli, A. Camilleri.  Come attore comincia con Luca Ronconi allo Stabile di Torino e prende parte a importanti produzioni. Lavora inoltre con L. Salveti, R. Guicciardini, M. Martone, A. Calenda. Intraprende un percorso nella ricerca italiana e internazionale con artisti quali Carlo Quartucci, Carmelo Bene, Antonj Vassil’ev, Yurj Aschlitz, allargando i propri orizzonti espressivi. Inizia una fortunata carriera televisiva in produzioni come La squadra, Un medico in famiglia, Orgoglio III, Distretto di polizia, Butta la luna, Ispettore Coliandro, Agrodolce, ecc. Come regista dà vita con Gabriele Parrillo, Fabrizio Gifuni, Pier Francesco Favino, Serafino Murri e Paolo Zuccari al gruppo teatrale ‘i Costruttori’ realizzando quattro importanti produzioni (Il visionario, Il cardillo, Fango, Prometeo).

Back to Top