Dieta chetogenica: tutti i benefici per l’organismo

Ultimo trend del benessere, la dieta chetogenica consente di perdere peso riducendo i carboidrati. Il regime alimentare obbliga in questo modo il corpo a produrre il glucosio in maniera autonoma e a sfruttare le riserve di grasso presenti nel tessuto adiposo per ottenere l’energia necessaria per vivere. L’integratore alimentare in capsule Keto Actives, acquistabile su ketoactives.info, combinato alla dieta a favore di lipidi e proteine e a della sana attività fisica, contribuisce a ristabilire le normali funzionalità del metabolismo, a ridurre il giro vita progressivamente e senza troppe rinunce. Contrasta inoltre la fame nervosa, permettendo di affrontare le giornate con una carica energetica maggiore. Ma quali sono i benefici della dieta chetogenica (o keto)?

Cos’è la dieta chetogenica

Protocollo terapeutico pensato inizialmente per controllare le crisi epilettiche nei pazienti che non rispondevano ai farmaci, la dieta chetogenica (in inglese keto diet) venne utilizzata per la prima volta negli anni Sessanta per il trattamento efficace dell’obesità, ma anche del diabete, della sindrome dell’ovaio policistico e dell’acne. Il diverso bilanciamento dei macronutrienti, con una netta riduzione del carboidrati (non più di 50 grammi al giorno) a favore dei lipidi e delle proteine, faceva riscontrare interessanti benefici sui livelli di glicemia, di colesterolo nel sangue ma anche sul peso corporeo e sulla fame nervosa.

Varianti della dieta

Utilizzata per stimolare il dimagrimento, la dieta chetogenica prevede diverse declinazioni. Nelle sue varianti, il regime alimentare keto ribalta completamente i principi della dieta Mediterranea. Keto diet standard, ossia la più severa tra le tante, prevede di ottenere il 75% delle calorie dai grassi, il 20% dalle proteine e il 5% dai carboidrati. La Keto diet ciclica ammette la reintroduzione dei carboidrati 1-2 volte alla settimana (in gergo si parla di ricarica). Il regime alimentare è studiato per i soggetti che hanno difficoltà a sostenere un così basso quantitativo di carboidrati per lunghi periodi. Infine la dieta chetogenica mirata prevede un piano alimentare pensato per gli sportivi e prevede un maggiore apporto di carboidrati nei giorni di allenamento.

A queste si aggiungono la dieta chetogenica per vegetariani e vegani, quella modificata (meno drastica delle precedenti con un apporto di carboidrati pari al 30%), ad alto contenuto proteico e la keto sporca che fa riferimento alle percentuali della standard ammettendo però anche cibi preconfezionati, provenienti dai fast food e bibite gassate. Infine, esiste la dieta chetogenica pigra che tiene conto solo del calcolo esatto dei carboidrati (non oltre il 20% del fabbisogno giornaliero) e non dei grassi oppure delle proteine.

I benefici sull’organismo

Lo schema dietetico consente di perdere peso in maniera rapida e localizzata, bruciando gli accumuli adiposi depositati in specifiche parti del corpo e considerate zone critiche (cosce, fianchi, addome o glutei). Il raggiungimento dello stato di chetosi, possibile solo dopo qualche giorno di digiuno (fase di attivazione) e con la riduzione drastica dei carboidrati, favorisce la stabilizzazione dell’umore, con un aumento delle energie, della motivazione e dell’allegria. Il regime dietetico ha notevoli effetti anche sul controllo dei livelli di glicemia e del colesterolo nel sangue. Aumenta il benessere di cuore e vasi sanguigni. Inoltre, contribuisce a ridurre significativamente le crisi epilettiche. Via libera quindi a grassi saturi, proteine della carne rossa e del pesce, verdure a foglia verde ma attenzione alla frutta (ad eccezione dell’avocado), ai legumi, ai formaggi freschi, stagionati e grassi da assumere occasionalmente. Il regime deve essere consigliato da uno specialista per evitare controindicazioni e effetti collaterali.

Back to Top