Hera e il rugby in campo per il reparto pediatrico del Bellaria

Sabato all’Arcoveggio il match di beneficenza “Bimbo Tu” tra Bologna e Cesena. Il ricavato finanzierà una scuola all’interno dell’ospedale bolognese.

 

Lo sport targato Hera scende in campo per una nobile causa. Sabato 27 aprile, alle ore 17.30, il Rugby Bologna 1928, le cui giovanili sono sponsorizzate dalla multiutility emiliano-romagnola, affronterà il Cesena Rugby allo Stadio dell’Arcoveggio di Bologna nell’ambito del “Trofeo Bimbo Tu”.
Si tratta di una manifestazione sportiva a sostegno  di importanti progetti educativi all’interno della sezione pediatrica del nuovo padiglione di Scienze Neurologiche dell’Ospedale Bellaria di Bologna. Il ricavato di questa giornata di sport e solidarietà sarà destinato all’acquisto dell’arredo scolastico e dei materiali necessari al completamento dell’aula didattica nella sezione pediatrica dell’ospedale.

Il Gruppo Hera sostiene le attività giovanili del Rugby Bologna 1928 ed è sponsor, sempre in ambito rugbistico, del Torneo delle Sei Regioni (organizzato dalla Franchigia Romagna Rugby). La multiutility ha scelto di legare il proprio marchio a questa iniziativa, che intende aiutare le bambine e i bambini in cura al Bellaria permettendo loro di non interrompere il proprio percorso di formazione culturale e di mantenere, al tempo stesso, un contatto con i coetanei e con la realtà esterna.

 

Per conoscere gli altri eventi di questa intensa giornata di sport, cultura e solidarietà, si può visitare il sito dell’EmilBanca Rugby Bologna 1928 all’indirizzo http://www.bolognarugby1928.it.

“Ci sembrava giusto e opportuno dare un segnale, anche attraverso le nostre sponsorizzazioni – dichiara Giuseppe Gagliano, Direttore Centrale Relazioni Esterne Gruppo Hera –. Il Trofeo Bimbo tu, mettendo le energie del Rugby al servizio di bambine e bambini ricoverati al Bellaria, rappresenta quel genere di iniziative capaci di coniugare sport, cultura e solidarietà in una formula che ci convince e che siamo orgogliosi di poter sostenere. E’ importante per noi, così radicati sul territorio, stare accanto a chi si impegna in queste attività, mettendoci la faccia, come Il Rugby Bologna 1928, che organizza annualmente questa iniziativa.”