Il CdA Hera approva i risultati del terzo trimestre 2013

IL RENDICONTO AL 30/09/2013

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato oggi all’ unanimità i risultati economici consolidati al 30 settembre 2013.

Il rendiconto presentato include il contributo di AcegasAps, aggregata all’interno del Gruppo Hera a decorrere dal primo gennaio 2013. I valori mostrano una crescita in tutti i risultati rispetto al medesimo periodo 2012, dovuta non solo al consolidamento di AcegasAps, ma anche ai buoni risultati del solo perimetro Hera.

Highlight finanziari

  • Ricavi a 3.374,9 milioni (+1,6%)
  • Margine operativo lordo (MOL) a 597,2 milioni (+27,6%)
  • Utile netto adjusted 98,0 milioni (+27,6%)
  • Posizione finanziaria netta a 2.776,4 milioni

Highlight operativi

  • Buon andamento del mercato liberalizzato elettrico, grazie all’ulteriore espansione commerciale e ai miglioramenti di marginalità, che hanno più che compensato l’effetto del calo dei volumi venduti per la situazione congiunturale
  • Prosieguo della ripresa dei volumi dei rifiuti speciali, a conferma dell’efficacia della politica commerciale sulle imprese
  • Buon contributo alla crescita dell’idrico, grazie al recupero di efficienza e al progressivo allineamento delle tariffe alla piena copertura dei costi

I ricavi aumentano di 52,9 milioni (+1,6%): su tale valore, il positivo contributo derivante dall’integrazione con AcegasAps (+374,5 milioni) ha bilanciato i minori ricavi Hera (-321,6 milioni) dovuti principalmente ai cali registrati nei volumi di intermediazione gas e nella vendita di energia elettrica.

Il MOL sale a 597,2 milioni (+27,6% rispetto ai 467,9 milioni del 30/09/2012) e l’utile operativo cresce a 294,5 milioni (+24,3%).  L’utile netto di periodo sale a 172,8 milioni (+124,9% rispetto ai 76,8 milioni del 30/09/2012), considerando un tax rate, al netto dell’effetto dei ricavi non operativi, del 46,2%.  Depurando il risultato dai ricavi non operativi sopra citati, l’utile netto adjusted ammonterebbe a 98 milioni (+27,6% rispetto ai 76,8 milioni del 30/09/2012). L’utile netto di pertinenza del Gruppo ammonta a 161,6 milioni (+140,0%).

Nei primi 9 mesi del 2013 gli investimenti lordi del Gruppo al netto delle dismissioni, considerando anche l’ingresso di AcegasAps, ammontano a 194,6 milioni, in linea con quanto previsto dal piano industriale. Di questi, oltre un terzo (68,1 milioni) sono stati destinati al ciclo idrico integrato.

La posizione finanziaria netta rimane sostanzialmente stabile a 2.776,4 milioni rispetto ai 2.745,8 milioni del primo semestre 2013. Si conferma inoltre un indebitamento prevalentemente costituito da debiti a medio lungo termine che coprono circa il 78% del totale dell’indebitamento.

Leggi la news su http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/news/pagina449.html