La marijuana ricreativa è legale nel Michigan e presto sarà legale nell’Illinois

La marijuana ricreativa è legale nel Michigan e presto sarà legale nell’Illinois

Due stati del Midwest entrano nel mercato ricreativo della marijuana e i dispensari si aspettano enormi folle.
La vendita di erbe infestanti legali è iniziata domenica nel Michigan, dove una manciata di dispensari ad Ann Arbor ha pianificato di essere aperta al commercio. Il momento cruciale nell’industria della cannabis dello stato arriva in un divieto temporaneo sulla vendita di dispositivi di svapo nel Michigan, mentre i funzionari sanitari studiano le cause delle malattie polmonari legate allo svapo a livello nazionale.

In Illinois, dove i funzionari sono alle prese con una mancanza di equità razziale nel settore della cannabis, le vendite dovrebbero iniziare il primo dell’anno.

Gli stati sono il decimo e l’undicesimo a livello nazionale per consentire la vendita ricreativa di marijuana.

Trentatre stati consentono la vendita di marijuana per uso medico, che il Michigan ha legalizzato nel 2008, seguito dall’Illinois nel 2013.

Ecco cosa devi sapere.

Chi può acquistare legalmente erba in Michigan e Illinois?

Chiunque abbia compiuto 21 anni con un documento di identità valido o una patente di guida può acquistare marijuana ricreativa da rivenditori autorizzati.

Nel Michigan, i residenti possono possedere legalmente fino a 2,5 once sulla loro persona o fino a 10 once a casa.

In Illinois, i residenti potranno avere fino a 30 grammi di fiori di cannabis, 5 grammi di concentrato e 500 milligrammi di THC in prodotti come i commestibili. I residenti nello stato non dell’Illinois possono possedere solo la metà dei residenti.

Tuttavia, alcune restrizioni si applicano ancora. I proprietari terrieri possono vietare l’uso di cannabis e i datori di lavoro possono vietare ai dipendenti di avere THC nei loro sistemi.

È illegale guidare in condizioni di handicap e possedere marijuana su terreni federali e strutture finanziate a livello federale, tra cui alcuni ospedali, case popolari e altro ancora.

L’industria della marijuana medica del Michigan serve circa 300.000 persone ma potrebbe servire circa 1,5 milioni di persone nel mercato ricreativo, secondo le stime del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti.

L’Illinois ha un’industria della marijuana medica molto più piccola, che serve circa 91.000 persone. L’industria della marijuana ricreativa dello stato potrebbe servire quasi 1 milione di consumatori che vivono nello stato, aggravati da milioni di turisti ogni anno, secondo un rapporto della società di consulenza sulla cannabis Freedman & Koski.

Legalizzazione della marijuana: dove stanno i candidati democratici per il presidente 2020

Chi vende in Michigan e Illinois?

Nel Michigan, almeno tre negozi sono pronti per il primo giorno e sono tutti ad Ann Arbor: marchi esclusivi, Arbor Wellness e Greenstone Provision.

Alle 10 del mattino, i rivenditori dovevano iniziare a trasferire fino al 50% dei loro prodotti dal lato medico dell’azienda al nuovo mercato ricreativo.

In Illinois, le vendite dovrebbero iniziare alle 6:00 del 1 gennaio 2020. Lo stato ha 55 dispensari medici esistenti, ma i regolatori hanno autorizzato 29 negozi, secondo il Chicago Tribune.

Puoi trasportare erba fuori dallo stato?

No, l’erba è ancora illegale a livello federale e non può essere attraversata dai confini statali – con qualsiasi mezzo di trasporto.

Le comunità stanno acquistando?

Non sembra.

Da quando Michiganders ha votato per approvare la legalizzazione della marijuana ricreativa circa un anno fa, circa l’80% dei comuni dello stato ha deciso di non consentire vendite ricreative nelle proprie comunità. Ai primi di novembre, il Consiglio comunale di Detroit ha votato all’unanimità di rinunciare al settore ricreativo fino al 31 gennaio.

Nell’Illinois, dove la legislatura statale ha facilmente approvato la vendita di marijuana ricreativa la scorsa primavera, le comunità hanno esitato a consentire le attività nei loro cortili, in particolare nei sobborghi. Mentre Chicago prevede di consentire le vendite di cannabis, gli assessori locali potrebbero cercare di rinunciare ai singoli recinti.

La legge dell’Illinois espelle i reati di droga

La legge dell’Illinois mira a promuovere l’equità sociale dando un vantaggio agli imprenditori di minoranza colpiti in modo sproporzionato dalla povertà e dalla guerra alla droga.

La legge cancella alcuni casellari giudiziari basati sulla droga e  istituisce un fondo per fornire risorse finanziarie per l’avvio di imprese.

La disposizione per aiutare a espellere i reati di marijuana si applica alle persone condannate per possesso di una piccola quantità di droga che non erano associate alla violenza, il che significa che circa 770.000 residenti dell’Illinois avrebbero potuto espiare le loro convinzioni, secondo ABC News.

Alcuni residenti e politici dell’Illinois, tuttavia, sostengono che i gruppi minoritari siano ancora esclusi dal processo. All’inizio di questo mese, una lotteria per determinare quali aziende avrebbero ottenuto il diritto di vendere marijuana a Chicago ha attirato l’attenzione quando una foto virale pubblicata sui social media sembrava mostrare un gruppo di uomini prevalentemente bianchi riuniti nella stanza.

Lo stesso pomeriggio, il sindaco Lori Lightfoot ha dichiarato in un post su Twitter di “non essere soddisfatta dell’attuale stato di equità nell’industria della cannabis”.

Dove altro sono legali le vendite ricreative?

Oltre al Michigan e all’Illinois, altri nove stati hanno legalizzato la vendita e l’uso di marijuana ricreativa per adulti: Alaska, California, Colorado, Maine, Massachusetts, Oregon, Nevada, Vermont e Washington, insieme al Distretto di Columbia.

Gli sforzi per legalizzare la marijuana nel New Jersey e a New York sono falliti all’inizio di quest’anno.

In che modo le morti da svapo hanno raffreddato l’industria

La legalizzazione delle vendite di marijuana ricreativa arriva nel mezzo di un’epidemia di svapo nazionale che ha causato gravi malattie polmonari in quasi 2.300 persone – tra cui 47 morti – in 49 stati, il Distretto di Columbia, Puerto Rico e le Isole Vergini americane.

Il 22 novembre, il Michigan ha imposto una sospensione temporanea della vendita di vaporizzatori di marijuana e ha ordinato che una parte delle cartucce di vaporizzatori con infusione di cannabis esistenti venisse nuovamente testata per assicurarsi che non contengano un additivo. I funzionari sospettano che la vitamina E acetato, un additivo usato nell’olio di THC, possa essere collegata alle malattie.

Un rivenditore ha dichiarato alla Detroit Free Press che le vendite di vaporizzatori rappresentano il 30% della sua attività, sollevando dubbi su come il mandato possa influire sul mercato ricreativo del Michigan.

Almeno due persone nel Michigan e tre nell’Illinois sono morte per un infortunio correlato allo svapo.

A settembre, il presidente Donald Trump ha annunciato che avrebbe vietato i prodotti di svapo aromatizzati diversi dal mentolo e dal tabacco, ma deve ancora farlo. All’inizio di questo mese, ha tenuto un incontro con l’industria e i gruppi di difesa.

Può interessare su salute e benessere
https://www.comunicato-stampa.org/18-milioni-di-europei-di-cui-16-italiani-secondo-eurostat-nel-2018-non-hanno-avuto-terapie/

Fonte: eu.usatoday.com
IMMAGINE: eu.usatoday.com | Getty Images