La Torre Gregoriana in Vaticano

Chi va in vacanza a Roma non può certamente non visitare il Vaticano. Ci sono dei consigli in proposito che vorremmo darvi in merito a questa visita per non giungere in Vaticano in preparati. La prima cosa è ovviamente la sistemazione da trovare per dormire la notte. Intorno al Vaticano vi sono innumerevoli B&B, di qualsiasi dimensione e prezzo. Un buon punto di partenza  è sicuramente il B&B Teatime a due passi dalla Città del Vaticano, nel quartiere Prati a Roma.
Come forse già saprete chi vuole entrare in Vaticano deve sottoporsi a rigidi controlli, quindi prima di entrare dovrete passare attraverso un apparecchio a raggi X che evidenzierà se portate con voi oggetti acuminati o taglienti, in questo caso vi suggeriamo di non portarli con voi (se ad esempio avete in programma un pic nic e nello zaino avete dei coltelli lasciateli sul pullman).
Solitamente prima dell’ingresso nel Vaticano ispezioneranno le vostre borse ed i vostri bagagli ma dovete sapere che per entrare nei Musei Vaticani non potete portare con voi zaini di grandi dimensioni (la motivazione mi pare ovvia).
E’ bene ricordare che specialmente nelle chiese in Vaticano non sono bene accetti indumenti scollati, né magliette a maniche corte né pantaloncini corti.
Si consiglia inoltre di portarsi dietro dell’acqua durante la visita nei monumenti del Vaticano poiché in molti di essi in estate non vi impianto di refrigerazione dunque per evitare colpi di calore si suggerisce di bere molta acqua.
Per poter visitare più facilmente i monumenti Vaticani occorre sapere che si accede prima ai Musei Vaticani, da qui alla Cappella Sistina e da qui alla Basilica di San Pietro.
Visitando il Vaticano non potrete non ammirare la Torre Gregoriana o Torre dei venti che si trova presso i Giardini Vaticani (dietro la Basilica di San Pietro). La Torre Gregoriana è stata edificata per volere di Papa Gregorio XIII (Ugo Boncompagni, 1572-1585), per favorire gli studi astronomici introdotti con la riforma del Calendario, fra il 1578 ed il 1580 su progetto dell’architetto Ottaviano Mascherino architetto del Palazzo Apostolico. All’epoca il circondario non era l’attuale con i Giardini Vaticani ma si trattava di un corridoio che congiungeva il Belvedere con il palazzo Vaticano. La Torre Gregoriana, a pianta circolare alta 73 m, si compone di due livelli inframmezzati da un piano intermedio. Nel primo piano troviamo la sala della meridiana che fu fatta modificare nel 1627 da Papa Urbano VIII (Maffeo Barberini, 1623-1644) e decorate da Simon Lagi, la meridiana in marmo e l’anemoscopio (opera del cosmografo pontificio Ignazio Danti) furono inseriti come abbellimento in un secondo tempo ovvero quando la stanza accolse una Cristina di Svezia convertita. L’anemoscopio ovvero l’apparecchio per la misurazione dell’intensità e della direzione dei venti è l’oggetto che da il nome alla torre.

Ogni anno milioni di visitatori giungono a Roma per vedere Piazza San Pietro. Non perdere quindi la possibilità di dormire vicino al Vaticano grazie alle offerte del Bed and Breakfast Teatime, perfetto per chi cerca convenienza e vicinanza ai principali luoghi della capitale.