Per dimagrire: 13 cose che non sapevi per il tuo peso (5-9)

  1. La gravidanza di tua mamma ha siglato il tuo destino

    A tutti è noto che le sigarette di una madre aumentano il rischio di sottopeso alla nascita e molti altri problemi, e l’alcol in gravidanza può danneggiare il cervello del bambino. Quindi, perché i cibi malsani non dovrebbero avere un effetto simile? Un numero sempre crescente di scienziati suggerisce che gli alimenti zuccherati e grassi, consumati prima ancora di nascere fanno esattamente questo. Uno studio su questa relazione mostra che le donne in sovrappeso hanno livelli più elevati di glucosio e acidi grassi liberi intorno al grembo di quelle normopeso. Queste molecole innescano il rilascio di proteine che può sconvolgere il controllo dell’appetito e sistemi metabolici nel cervello in via di sviluppo.

    E’ stato condotto uno studio sui fratelli nati, prima e dopo l’intervento, da madri con bypass gastrico. Le donne come previsto pesavano meno dopo l’intervento, e i loro figli nati dopo l’intervento avevano 50% di probabilità in meno di essere obesi. Dato che i fratelli hanno profili genetici simili, i ricercatori hanno attribuito le differenze di peso ai cambiamenti dell’ambiente nel grembo materno. Prendi nota: è possibile dare ai tuoi figli un’educazione al mangiare bene prima ancora che nascano.

  2. Chi dormire di più, perde di più

    Louis Aronne, MD, ex presidente della Obesity Society e autore del libro di prossima pubblicazione The Skinny, dice: “Quando i miei pazienti hanno problemi con il sonno valuto sempre le loro abitudini alimentari. Se i pazienti dormono sempre meno di sette-otto ore, posso prescrivere più riposo, piuttosto che l’ultima dieta o dei farmaci. Con più riposo, hanno un maggior senso di pienezza, e perderanno peso spontaneamente”.

    Perché? I ricercatori dell’Università di Chicago hanno riferito che la privazione del sonno altera il nostro equilibrio ormonale, provocando sia un calo di leptina (che aiuta a sentirsi pieno) e un aumento di grelina (che fa scattare la fame). Come risultato, pensiamo di avere fame anche se non è così. Infatti, il sonno può essere il trattamento dell’obesità più economica e semplice che ci sia.

  3. Il peso del coniuge è importante!

    Quando Mort, il marito di Jodi Dixon ha perso 125 chili, lei aveva sentimenti contrastanti. Era lei che aveva sempre controllato il suo peso, ed aveva sempre incoraggiato Mort a essere più attivo. Lui, un rappresentante medico, è stato sempre la vita del partito, dice sua moglie. Ma quando ha perso il peso, era diverso. "Uomini e donne che gli si affollano addosso, attratti dal suo carisma", ricorda. "Mi sentivo gelosa." Jodie si è consolata con il cibo e ha preso 10 Kg. prima di decidersi ad agire. Ha iniziato la bicicletta con il marito e si è iscritta a un programma per perdere peso. Alla fine ha perso30 Kg. e ha un programma per dimagrire ancora. Jodi attribuisce l’aumento di peso, e la perdita, alla sua gelosia.

    Ma la ricerca mostra che l’aumento di peso e la perdita può essere, beh, contagiosa. Uno studio sul New England Journal of Medicine suggerisce che, se uno dei coniugi è obeso, l’altro ha il 37% più probabilità di diventare obeso. I ricercatori hanno concluso che l’obesità sembra diffondersi attraverso le reti sociali.

    Come nel caso di Jodi Dixon, lo snellimento sembra essere il recupero, almeno all’interno della famiglia: quando Jodi ha iniziato il suo piano per dimagrire, la sua figlia maggiore, anche lei in sovrappeso, ha seguito le sane abitudini di sua madre e ha perso 20 chili. Perdere peso in famiglia!! http://per-dimagrire.nuovadieta.it/per-dimagrire.htm

  4. Ett-chuu! Un virus può causare obesità

    Gli adenovirus sono responsabili di una serie di malattie, da problemi alle vie respiratorie superiori a disturbi gastrointestinali. Il collegamento con l’adipe è stato scoperto quando i ricercatori della University of Wisconsin hanno iniettato alcuni polli con dei virus e hanno scoperto che alcuni ceppi li hanno ingrassati.

    Le cellule staminali, note per le loro capacità camaleontica di trasformrsi, si trasformano in cellule adipose quando infettati con i virus. "Il virus sembra aumentare il numero delle cellule adipose nel corpo così come il tenore di materia grassa di queste cellule", spiega Nikhil Dhurandhar, studioso di infezioni e obesità. Studi umani, ivi compresi i confronti di gemelli, suggeriscono che le persone obese hanno infatti più probabilità di ospitare gli anticorpi per un virus particolare, noto come adenovirus-36. Abbiamo vaccino antinfluenzale; un vaccino contro l’obesità potrebbe essere il prossimo passo? Può sembrare inverosimile, ma "questo è quello che hanno detto sul cancro cervicale,"

  5. I biscotti creano veramente dipendenza

Anche se il cibo non è “coinvolgente” nell modo in cui lo sono la cocaina o l’alcol, negli ultimi anni gli scienziati hanno scoperto alcune somiglianze inquietanti. Quando ai soggetti di uno studio al Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia sono stati mostrati i nomi dei cibi che gli piacevano, le parti del cervello che si sono emozionate erano le stesse parti attivate nei tossicodipendenti. Può avere a che fare con la dopamina, l’ormone legato alla motivazione e del piacere, dicono i ricercatori. Se le persone obese hanno un minor numero di recettori della dopamina, potrebbero avere bisogno di più cibo per ottenere che la reazione piacevole.