> Per una vita migliore consulta la guida al buon senso

> Il filosofo “L. Ron Hubbard” effettuando le sue ricerche intorno alla metà degli anni 60 nel campo dell’istruzione realizzò che molti erano stati i fallimenti del sistema educativo. La crescente diffusione della droga e l’escalation di criminalità e violenza, per quanto catastrofici, sono sintomi di un malessere ancora più grave che affligge il tessuto sociale della nostra cultura: la scomparsa dei valori morali.
> Il crollo dei valori morali è andato di pari passo con l’annuncio che l’uomo non ha un’anima. Se il nostro destino è predeterminato da alcuni filamenti di DNA, ne consegue che siamo esentati dalla responsabilità delle nostre azioni. “Se ti va di farlo, fallo”: questo è diventato il motto di una generazione che stava cominciando a manifestare il suo disaccordo con tutte le forme di moralità.
> Durante il corso della storia, la religione è stata la forza motrice per la creazione di una società morale ed etica. Il declino dei valori morali della civiltà occidentale del ventesimo secolo è stato accompagnato da un indebolimento sistematico del suo ruolo tradizionale. Come osservato da L. Ron Hubbard, i tribunali degli Stati Uniti sono arrivati a vietare l’esposizione dei Dieci Comandamenti nelle scuole pubbliche e, d’altro canto, si trattava di un codice morale ormai in disuso, poiché creato per un popolo vissuto molti millenni fa.
> Nel 1980, avendo osservato il caos presente nella società ed essendo cosciente dell’urgente bisogno di un tempestivo orientamento morale, L. Ron Hubbard scrisse La via della felicità, il primo codice morale non religioso del mondo.
> Dovunque sia stato impiegato il libricino ha prodotto risultati molto importanti. Vai sul sito: www.laviadellafelicità.org troverai i ventuno precetti e molti altri servizi gratuiti direttamente a casa tua.
>
> Per info:
> Aiudi Renata 335 7864031
> 07 settembre 2012