Riabilitazione dalla droga

“Benché L. Ron Hubbard fosse già da tempo conscio della potenziale influenza della droga sul deterioramento morale delle persone, fu la cosiddetta “rivoluzione psichedelica” degli anni Sessanta a dare impulso al suo più intenso impegno su questo fronte.

Il suo ragionamento era semplice: nessun uomo può essere spiritualmente libero se schiavo di una sostanza chimica.La droga non solo mette a repentaglio la salute, ma anche la capacità di
apprendere, il modo di fare e di pensare, la personalità e la consapevolezza spirituale in genere.

Infatti, in seguito a un’indagine condotta del 1972 sugli effetti dell’uso dilagante di droga fra i giovani di New York, L. Ron Hubbard cominciò a parlare di questa epidemia di sostanze stupefacenti come di un cataclisma sociale devastante.

In questo aveva ragione, se consideriamo le conseguenze dell’età psichedelica fra cui il consumo dilagante di cocaina ed eroina e la violenza che lo accompagna.La devastazione sociale si è dimostrata un vero e proprio cataclisma.

Il problema, d’altro canto, non si limitava affatto all’uso di droga da parte dei giovani, ma in effetti aveva forti ripercussioni a livello culturale a causa di un establishment psichiatrico e farmaceutico intento a pompare droghe e psicofarmaci nelle vene della società.” – Un Profilo – L. Ron Hubbard

Per maggiori informazioni visita il sito: www.noalladroga.it o www.lronhubbard.it.

Per info:
Aiudi Renata 335 7864031
05 luglio 2012