SCI NORDICO PROTAGONISTA IN VAL DI FIEMME, PRESENTAZIONE A MILANO CON MARCIALONGA

Questa mattina a Milano consueta presentazione della stagione invernale 2013-2014
In Val di Fiemme Universiadi, Tour de Ski, Mondiali di Sci Nordico Junior e Under 23
E tra le Valli di Fassa e di Fiemme l’affollatissima Marcialonga con oltre 7500 fondisti
Marcialonga anche d’estate con la “Cycling Craft” e la “Running”

Gli eventi Marcialonga e quelli della Val di Fiemme a braccetto, nuovamente. La crème degli eventi invernali del Trentino terrà desto l’interesse degli appassionati di sci nordico da dicembre a febbraio, poi a giugno e a settembre la Marcialonga riaccenderà lo sport col ciclismo ed il running.
Dall’ombra delle Dolomiti a quella delle guglie del Duomo di Milano: presentazione in grande stile oggi nel capoluogo lombardo, a due passi dal Duomo, per entrambi i “brand” sportivi internazionali di Nordic Ski Fiemme e Marcialonga. Presenti i rispettivi presidenti Pietro De Godenz e Angelo Corradini, ma al tavolo dei relatori c’era anche Silvio Fauner, coordinatore dello sci di fondo della FISI.
Dunque le date cerchiate in rosso sul calendario sono numerose e l’imponente macchina organizzativa dei due collaudati comitati sarà chiamata a fare gli straordinari. Si partirà già nel mese di dicembre con la 26.a Universiade Invernale Trentino 2013, che dall11 al 21 catapulterà in Val di Fiemme le discipline nordiche del cross country, del salto dal trampolino, della combinata nordica e del biathlon. Proprio quest’ultima specialità esordirà sulle nevi del Trentino grazie ai recenti ammodernamenti apportati allo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, all’interno del quale riecheggiano ancora i successi dei Campionati del Mondo dello scorso febbraio.
Ma l’inverno fiemmese si infiammerà letteralmente tra gennaio e febbraio.
Il 4 e 5 gennaio a Lago di Tesero saranno di scena le due giornate conclusive dell’8° Tour de Ski, la serie di Coppa del Mondo di sci di fondo che richiamerà il gotha degli sci stretti di tutto il mondo concludendo il “Tour” come sempre con l’attesa Final Climb dell’Alpe Cermis, un vero godimento per le migliaia di tifosi assiepati ogni anno a bordo pista per un evento che impenna non solo sulla neve ma anche negli ascolti televisivi.
Solo tre settimane dopo, il 26 gennaio, sarà ancora grande fondo, ma questa volta nel nome di Marcialonga, la granfondo sugli sci stretti più famosa d’Italia con i suoi due percorsi di 70 e 45 km che correranno per la 41.a edizione tra le valli trentine di Fiemme e Fassa. Sul parterre che già da tempo supera i 7500 iscritti ritroveremo tante punte di diamante come i fratelli Aukland e poi i vari Rezac, Svärd, Ahrlin, Södergren, Boner, Kveli, Jambaeva, Dementiev, Rotchev ma anche gli italiani Nicola Morandini e Cristian Zorzi. Ad attribuire ancora maggiore prestigio alla gara ci penseranno poi gli ambiti circuiti Worldloppet, Swix Ski Classics e Fis Marathon Cup che faranno tappa anche alla Marcialonga. Il giorno prima, è stato confermato in conferenza stampa, quello che quest’anno doveva essere un evento unico concederà il bis, ritorna infatti a grande richiesta la Marcialonga Story.
La conferenza odierna è stata l’occasione anche per presentare le altre due gare sorelle della popular race invernale di Fiemme e Fassa, che rispondono ai nomi di Marcialonga Cycling Craft e Marcialonga Running, in programma rispettivamente il 29 giugno ed il 7 settembre 2014.
Non appena si spegneranno i riflettori della Marcialonga le nevi fiemmesi si tingeranno dei colori dell’iride per i Campionati del Mondo di Sci Nordico Junior e Under 23. Dal 27 gennaio al 3 febbraio le strutture dello Stadio del Salto di Predazzo e dello Stadio del Fondo di Lago di Tesero riapriranno i battenti per accogliere tante promesse dello sci nordico internazionale.
Silvio Fauner, dopo i complimenti per l’organizzazione degli scorsi Campionati Mondiali Femme 2013, ha confermato che gli atleti sono in piena fase di allenamento, ha ricordato anche la sfortuna della squadra con due illustri infortunati, Giorgio Di Centa e Debora Agreiter ed ha rimarcato come non sia facile il ricambio generazionale. In sala c’erano anche i due giovani fratelli Mattia e Sebastian Pellegrin, il primo sarà impegnato nelle Universiadi invernali in Val di Fiemme e nel Tour de Ski, il più giovane invece punta tutto sui Campionati Mondiali Junior di fine gennaio. Fauner in passato ha partecipato più volte alla Marcialonga: “Bella ma dura – ha detto il bellunese – è un gara in cui occorre avere si un fisico allenato, ma anche una grande determinazione”.
De Godenz ha confermato il grande impegno del comitato fiemmese per la stagione entrante, tre eventi in successione col primo, a dicembre, che deve contare sul meteo favorevole, anche se alla fine dello scorso inverno sono stati stivati diversi metri cubi di neve sotto un fitto manto di cippato. Ora sono a disposizione 5.500 metri cubi da stendere non appena le temperature lo consentiranno.
Per Marcialonga, Angelo Corradini ha ricordato il felice momento che l’evento invernale, così come i due estivi, stanno attraversando. Iscrizioni chiuse in grande anticipo e lunga lista d’attesa di appassionati che sperano in qualche rinuncia dell’ultimo momento.
In sala c’era anche Guidina Dal Sasso, cinque volte vincitrice alla Marcialonga e più volte in gara nelle prove di Coppa del Mondo in Val di Fiemme. Ora come assessore provinciale del Verbano Cusio Ossola è partner di Marcialonga con i famosi fiori del Lago Maggiore, che dopo aver celebrato i campioni di Fiemme 2013 ora incoroneranno i protagonisti della Marcialonga. E, forse, anche Guidina Dal Sasso sarà al via della Marcialonga Story di sabato 25 gennaio, un evento vintage che nella prima edizione 2013 ha suscitato grandi entusiasmi.
Info: www.marcialonga.it
Info: www.fiemmeworldcup.com

Download immagini TV:
www.broadcaster.it