ULTIMI RITOCCHI ALLA MARATONA DU MONT BLANC. LA VALLE D’AOSTA APRE LE BRACCIA AI CICLISTI

La Maratona du Mont Blanc debutta il 24 luglio a La Thuile (AO)
Due percorsi avvincenti, un granfondo di 116 km e un mediofondo di 93 km
Una gara unica per godere di scenari spettacolari, con tante proposte di soggiorno
Staff tecnico al lavoro per le ultime rifiniture prima del via

Valle d’Aosta, montagne spettacolari e scenari imperdibili. È questo il contesto dell’inedita Maratona du Mont Blanc, gara ciclistica su strada con quartier generale a La Thuile (AO), al via il prossimo 24 luglio.
Le proposte sono due, entrambe a misura di amante delle ruote magre, una granfondo di 116 km e una mediofondo di 93 km. Le distanze sono state leggermente ritoccate rispetto a quelle inizialmente previste, il cambiamento effettivo, però, c’è solo dal punto di vista numerico, perché poco o nulla è cambiato per quel che riguarda la dinamica del percorso.
A suggerire questa piccola modifica, che interessa la zona di Courmayeur, sono stati degli imprevisti lavori di manutenzione stradale. Lo staff organizzativo del Velo Club La Thuile Asd, in sinergia con le istituzioni competenti, ha pensato bene di… aggirare l’ostacolo, deviando il tracciato in modo da raggiungere Courmayeur dalla strada della Villetta, anziché da Entreves. I lavori stradali in corso, infatti, riguardano la Strada Statale all’altezza delle gallerie La Saxe 1 e La Saxe 2, nella frazione di Entreves di Courmayeur.
Una piccola modifica di routine, come spesso capita lavorando con le realtà locali nel quotidiano, un cambiamento che però non intacca né i dislivelli, rimasti invariati a 2.600 e 1.600 metri, né la filosofia della gara. La Maratona du Mont Blanc si propone infatti come una kermesse ciclistica itinerante tra i Comuni della zona, attraversando ben 11 centri oltre a La Thuile, zona di partenza e arrivo. Saranno toccati i borghi di Arvier, Avise, Aymavilles, La Salle, Morgex, Pre Saint Didier, Saint Nicolas, Saint Pierre, Sarre, Villeneuve, oltre al già citato Courmayeur, passaggio che rimane assodato anche dopo le limature apportate al tracciato di gara.
Un’esperienza impareggiabile, riassunta in due tratti essenziali. Il primo è il bagaglio sportivo unico, offerto da dei tracciati studiati a puntino per testare la propria forza fisica, soprattutto in salita. A farla da padrone per quel che riguarda la gara lunga sarà il Colle San Carlo, già teatro del Giro d’Italia e dunque particolarmente adatto alle imprese in sella. Altra caratteristica è quella turistica, regalata dai passaggi a fianco di monumenti naturali come il Monte Bianco (icona della gara) e del ghiacciaio del Rutor, oltre che ai transiti per i già citati comuni, ciascuno dotato di interessanti attrattive.
Per questo motivo il comitato organizzatore, in cooperazione con il Consorzio Operatori Turistici di La Thuile, ha preparato delle interessanti proposte per facilitare il soggiorno dei ciclisti che arrivano da lontano, ma anche per quelli che, complice il ricco menu di attrattive, desiderano coniugare sport e vacanza. Sul sito internet della gara www.maratonadumontblanc.com nella sezione dedicata (Ospitalità), è possibile conoscere tutte le offerte proposte dal Consorzio per i soggiorni in hotel, ostello o campeggio, in più sono elencati alcuni suggerimenti sulla gastronomia e sul tempo libero.
A tutto questo basta aggiungere la propria voglia di pedalare, ed è già chiaro che il debutto della Maratona du Mont Blanc sarà da manuale.
Info e iscrizioni: www.maratonadumontblanc.com

Back to Top