Un Centro Turistico ricco di bellezza!

A Santa Maria di Leuca guarderete tutti dall’alto in basso o viceversa. La località più a sud della Provincia di Lecce, infatti, s’innalza su un promontorio che, stando alle convenzioni nautiche, sarebbe linea divisoria fra le acque dell’Adriatico e dello Ionio.

I due mari bagnerebbero quella marina frazione di Castrignano del Capo che risiede nella parte sottostante.
Gradino dopo gradino, circa 300, sarete in cima e guarderete dall’alto al panorama di sotto.

Ma non dimenticate di guardarvi intorno e farvi rapire dall’imponenzadel rinomato faro e del Santuario dedicato a Santa Maria De Finibus Terrae.
La Chiesa Maggiore, caratterizzata da una struttura simile ad un forte, fu edificata nella prima metà del 1700, control’assallto turco e saraceno. Più tardi, poi, in occasione dell’Anno Santo (1901), è stataposta la Croce Monumentale nel piazzale antistante. Solo nel 2000, invece, il Santuario è stato corredato da una sala conferenza e da un interessante Museo.dove sono in mostra le opere di artisti contemporanei.
Un complesso architettonico dalla bellezza luminosa anche conil calare della sera è illuminato dai tre coni di luce proiettati dal Faro. Raggiungete la cima scalino dopo scalino, ben 284. Da un’altezza di 50 metri sarete visibili fino a 40 km di distanza
Ma l’arte abbelisce anche il livello sottostante. Scendendo i 284 scalini lo scenario varia è quella del porto turistico e del mare ma il soggetto del quadroconserva il suo alto livello.

Nel quadro sono infatti ritratte le maestose ville del 1800. Non ne sono rimaste tantissime, nel periodo che precedette la seconda guerra mondiale erano 43 ma visitarne l’interno sarà come andare indietro in un passato tra parchi, giardini, stalle, rimesse per carrozze e cappelle private. Si notano per maestosità e bellezza, Villa Episcopo e Villa Mellacqua..
Dopo questo tuffo nel passato riaffiorate nel presente di quelle acque terse abbracciate da una scogliera difficilmente praticabile in taluni tratti. Ma non abbiate timore ci penseranno gli i lidi attrezzati ad agevolare l’accesso al mare grazie a sentieri a scalinata e delle piattaforme in legno. Avrete così più rapido accesso al mare e vi assicuriamo che ne varrà la pena. Gli stabilimenti balneari vi attendono infatti per appagare tutte le vostre aspettative, prendete in noleggio ombrelloni, lettini, canoe, pedalò.

Poi troverete ristoro nei diversi chioschi. Se piuttosto se avete preferenza per la sabbia incontrerete tratti di spiaggia libera sul noto lungomare.  Scoprite le migliori soluzioni di affitti e case vacanza a Santa Maria di Leuca, consultando questa pagina: http://www.leuca.puglia.it/mare/casevacanzaleuca/
Non affrettatevi a ritornare al vostro alloggio, non prima di aver visto quelle cavità naturali dalla parte del versante occidentale, quello di Punta Ristola. Spicca, tra tutte, la Grotta del Diavolo, “nata” nel Neolitico. Un percorso “leggendario” di 40 metri, durante il quale si sentirebbero suoni dovuti alla presenza di diavoli, da qui il nome della cavità. .
Sul calar della sera poi vestitevi di nuovo e siate pronti ad azionarvi nei noti locali sul lungomare. Non solo, vi allieteranno concerti, sagre e manifestazioni dai generi più svariati.
Cosa state aspettando? Organizzate la vostra vacanza a Santa Maria di Leuca, una località ricco di diversi scenari e a più livelli

Back to Top